“IL LIBRO DI GIOBBE. L’uomo nella morsa della sofferenza davanti all’insostenibile grandezza di Dio”
E’ il grido angosciato di Giobbe (“Sparisca il giorno in cui nacqui e la notte in cui si disse è stato concepito un uomo” Gb 3,3) che risuonerà nel prossimo corso biblico organizzato dal SAE di Piacenza per l’anno sociale 2017-2018.
Giobbe maledice il giorno della sua nascita per la sua insostenibile sofferenza di fronte alla dottrina tradizionale della giustizia di Dio. Infatti la dottrina sapienziale tradizionale dell’Antico Testamento afferma che Dio è giusto e dà a ciascuno secondo le proprie azioni: al giusto una vita degna, al malvagio una punizione adeguata in forma di sofferenza o di morte prematura. E allora che dire della sofferenza del giusto? Non è in discussione Dio stesso e la sua giustizia? Se Dio non dà a ciascuno ciò che gli spetta è un Dio in grado di governare il mondo? A chi può appellarsi il giusto se Dio non distingue tra giusti e ingiusti?
La lettura, lo studio storico-critico, il dibattito e l’attualizzazione del libro di Giobbe è ciò che il Gruppo SAE di Piacenza, fedele ad una linea consolidata negli anni, propone a tutti coloro che ne seguono  il percorso formativo, caratterizzato dallo studio rigoroso e da un autentico spirito di ricerca. Il SAE di Piacenza infatti è convinto che la base più solida del dialogo ecumenico, che è il compito specifico dell’ associazione, sia lo studio della Sacra Scrittura, a cui tutte le chiese cristiane si riferiscono, in un approccio storico-critico, non confessionale.
Il corso biblico di quest’anno dal titolo “IL LIBRO DI GIOBBE. L’uomo nella morsa della sofferenza davanti all’insostenibile grandezza di Dio” è guidato da Padre Giuseppe Testa c.m., l’esperto biblico-teologico che da più di quarant’anni garantisce ai soci SAE di Piacenza una formazione seria e un approccio avvincente alla Scrittura, ed è articolato, come al solito, in otto incontri mensili, il primo sabato di ogni mese, dalle 15.30 alle 17.30. Il corso si svolge a  Piacenza presso il Convento dei Minori Francescani, in Piazzale delle Crociate, 5. Il primo incontro avrà luogo sabato, 7 ottobre.
La frequenza alle lezioni è aperta a tutti senza alcun costo o obbligo di iscrizione all’associazione.
Per eventuali informazioni rivolgersi a Lucia Rocchi (cell. 339 1826980) o ad Elena Baldini (cell. 333 7586685).
           Lucia Rocchi       
Per vedere il programma completo clicca qui.
 
Sabato 4 novembre ci sarà il secondo incontro. Tema della lezione sarà:
 
Sparisca il giorno in cui nacqui e la notte in cui si disse è stato concepito un uomo " (3,3)
L’insostenibile sofferenza di Giobbe e l’ invettiva contro il giorno della sua nascita di fronte alla dottrina tradizionale della giustizia di Dio
                                                (Gb 3,1-5,27)